Mercoledì 22 Maggio 2013/ore 9.30
Aula Magna

Ateneo Veneto, IUAV

VENEZIA E L’ARCHITETTURA MODERNA

Sessant’anni di incomprensioni. Dall’ospedale di Le Corbusier all’oggi

Relatori:

A. Norsa,  E. Giacomello, D. Petucco,G. Zucconi, R. Codello, A.A. Semi, L. Semerani, G. Tamaro, F. Della Puppa, M. Broglio, D. Lazzarotto, M. Sauerbruch, F. Pozzobon, F. Reato, P. Zuliani, G. Calabresi, F. Orteschi, M. Pandolfo, E. Pavan, A. Femia, G. Peluffo, P. Alberton, R. Qyshka, R. Minto, R. Basilicati, R. Bazzana, R. Scibilia, E. Micelli, I. Pestellini Laparelli, C. De Michelis

 Il convegno - organizzato a conclusione del corso di laurea triennale "esperto di progetto" - approfondisce il difficile rapporto fra Venezia e l'architettura moderna dal Secondo dopoguerra ad oggi. La Venezia storica, capitale mondiale dell'arte e della cultura, "ha scostato" l’architettura moderna in molteplici occasioni: i nuovi interventi sono infatti ampiamente ascrivibili a piccoli rifacimenti o trasformazioni nell'ambito del restauro/ristrutturazione. E quando si sono realizzati, raramente hanno raggiunto l’eccellenza che la città-monumento merita e reclama. Il convegno vuole trattare questi temi dapprima su un piano culturale di ampio respiro per poi approfondire le vicende passate provando a individuare le ragioni delle mancate realizzazioni e successivamente analizzando i nuovi brani urbani che intendono valorizzare soprattutto Mestre e l'entroterra veneziano.