Martedì 19 Febbraio 2013/ore 17.00
Sala Tommaseo

Ateneo Veneto, Patrimonio di Oreficeria Adriatica
Corso di Storia dell’Oreficeria e Arti Decorative 2013 - XI° edizione

I VOLTI DI DIO. SCRITTURA, FIGURA, ASSENZA NELLA CULTURA VISUALE

diretto da Letizia Caselli

Lezione inaugurale
Lo spazio sacro musulmano e il tappeto...(poi  fra Madonne e Santi)
Relatore: Giovanni Curatola
in collaborazione con la Scuola Grande di San Rocco di Venezia

L’undicesima edizione del Corso di Storia dell’Oreficeria e Arti Decorative diretto da Letizia Caselli si concentra quest’anno sulle raffigurazioni del Sacro nelle varie discipline e nelle differenti religioni.
Nel 2013 cade l’anniversario dell’Editto di Costantino (313 d.C.) che poneva ufficialmente fine a tutte le persecuzioni religiose e proclamava la neutralità dell'Impero Romano nei confronti di qualsiasi fede. L’editto recitava che ciò era stato fatto“affinché la divinità che sta in cielo,qualunque essa sia, a noi e a tutti i nostri sudditi dia pace e prosperità”.
In epoca di “globalizzazione” pareva dunque quanto mai appropriato scandagliare il tema del “Volto  di Dio” nella cultura visuale.
La lezione inaugurale del professor Giovanni Curatola è collegata al celebre  tappeto mamelucco della Scuola di San Rocco, che sarà esposto presso la Scuola stessa a partire da mercoledì 20 febbraio 2013  in occasione della mostra "Āyāt.Tessuti e ceramiche dell’Islam nelle collezioni della Scuola Grande di San Rocco".
Ad accompagnare eccezionalmente la prima lezione del Corso di Oreficeria saranno le improvvisazioni in stile ottomano eseguite al oud (liuto) dal maestro Aleksander Sasha Karlic, direttore del gruppo di musica antica “Theatrum Instrumentorum”