Lunedì 15 Marzo 2010/ore 18.00

Ateneo Veneto e Ordine dei Giornalisti del Veneto
IN PUNTA DI PENNA - L'informazione raccontata dai protagonisti

Storie di mafia

Petra Reski, giornalista - Vittorio Borraccetti, Procuratore capo di Venezia
Modera Gianluca Amadori, Presidente dell'Ordine dei giornalisti del Veneto

Nel suo ultimo libro "Santa Mafia, da Palermo a Duisburg : sangue, affari, politica e devozione", (ed. Nuovi Mondi), la giornalista tedesca Petra Reski racconta - partendo dalla strage di Duisburg dell'agosto 2007 – i segni evidenti della penetrazione delle mafie italiane nel mondo, dalla Francia alla Spagna, alla Germania. Prendendo spunto da qui si articolerà la conversazione tra l’autrice, il Procuratore distrettuale antimafia del Veneto, Vittorio Borraccetti, e il Presidente dell’Ordine dei giornalisti del Veneto, Gianluca Amadori, per parlare di criminalità organizzata, di infiltrazioni mafiose, di riciclaggio di denaro sporco.
Nell’edizione originale il libro è uscito censurato per volontà dell’autorità giudiziaria tedesca, intervenuta su richiesta di alcuni personaggi i cui nomi sono ben noti perché figurano nelle informative di polizia e in numerosi resoconti giornalistici. L’edizione italiana riporta proprio le medesime righe nere sulle parole che sono costate a Petra Reski intimidazioni e minacce. Perché il lettore abbia una chiara immagine del bavaglio con cui il potere cerca costantemente di ridurre al silenzio il giornalismo più coraggioso.